Home  
Contattaci  
Fascicolo giornalisti  
Area riservata  
English version  

  La società
  Vini e distillati
  Assistenza sommelier
  News ed eventi
  La cultura del vino
  La distribuzione
  VODKA VICHE PITIA  

Viche Pitia nasce da una partnership franco-russa, che si prefigge l’obiettivo di produrre vodka utilizzando ricette russe risalenti al XVIII secolo.

Nel 1765, l’imperatrice Caterina II di Russia emanò un decreto con il quale garantiva trattamenti preferenziali alla nobiltà russa per la produzione di bevande alcoliche. Ebbe così inizio l’epoca d’oro della vodka russa poiché ogni nobiluomo si sentì in dovere di produrre una vasta gamma di distillati, personalizzandoli seguendo ricette del tutto personali.

Utilizzando le ritrovate ricette dell’epoca e distillando con copper pot still, o meglio con alambicco charentais, dato che il processo produttivo avviene in una distilleria di Cognac, vengono oggi prodotte le vodka Viche Pitia.

La scelta di utilizzare un alambicco discontinuo di rame nasce dalla volontà di ottenere distillati eleganti, fini e con una gamma aromatica amplissima.
La materia prima di partenza è la segale, dalla quale si ottiene il distillato bianco di base. Da questo sono create le tre tipologie che compongono la gamma.

“Classic N° 25” - Ottenuta da un’ulteriore distillazione ed imbottigliata a 40%. Si tratta di una vodka secca, con piacevoli note di pane tostato che si smorzano in un finale lungo e leggermente arrotondato.

“Caraway N° 7” - Prodotta dal distillato di base, mettendo in infusione per circa quindici giorni cumino persiano. Al termine delle due settimane, il cumino (Caraway) avrà rilasciato tutti i propri aromi. Il tutto viene filtrato, distillato nuovamente e poi imbottigliato a 58% per bilanciare la forte aromaticità.
Questa vodka si presenta ricca, potente, aromatica con una spiccata nota di anice ed un piacevole finale di menta.
Il produttore consiglia di consumarla come avveniva nella Russia del XVIII secolo: liscia, a fine pasto, ma anche in accompagnamento a pietanze come carni grigliate o a caviale.

“Lemon & Milk N° 30” - Prodotta con lo stesso metodo della Caraway, ma mettendo in infusione limoni tagliati a pezzi e latte fresco. Una volta ridistillata viene imbottigliata a 43%.
Si ottiene così una vodka freschissima, nella quale emerge subito la nota citrina del limone sia al naso che in bocca, che invoglia ad essere consumata. La nota acida è perfettamente bilanciata dalla morbidezza ottenuta grazie al latte.
Si può consumare liscia con grande piacere oppure accompagnarla con ostriche o dessert non particolarmente dolci.

I numeri con i quali sono contraddistinti i tre prodotti si rifanno ad un tradizionale sistema di identificazione utilizzato nel diciottesimo secolo in Russia: le vodka classiche o neutre avevano una numerazione compresa tra 14 e 29; quelle speziate o aromatiche (ottenute per infusione di spezie) con numeri fra 1 e 13; le fruttate identificate con numeri dal 30 in su.

Altre news ed eventi:
- Degustazione del 23 febbraio 2004
- ENOGEA II Parte ott./nov. 2010
- Degustazione di Sauternes abbinati a Erborinati: un grande classico.
- Degustazione del 19 maggio 2008
- Spirito di Vino (ago./sett. 2009)
- Spirito di Vino (ott./nov. 2009)
- Whiskies scozzesi
- Champagne de Sousa - Le mie bollicine.com
- NOVITA' A CATALOGO: GIN HERNO E GIN BOGART'S
- Sarzi Amadè e Castello di Bolgheri: nuova collaborazione.
- Degustazione del 23 maggio 2005
  © Sarzi Amadè S.r.l.
Via Nino Oxilia 25/27 20127 Milano
PIVA e C.F. 06631440960 - REA 1903999
Tutti i diritti riservati